tt_news_news - SINGLE

THE MARCHESINI GROUP HOSTS THE EXTRAORDINARY WORK OF ART ENTITLED “ZED”

News, Company news, Social Responsibility news
09-12, 2017
A multi sensory and futuristic work of art designed by the visual artist Julia von Stietencron that catches the eye and the heart of those who admire it. The human heart (being the only organ to reveal vibrations modelled by dynamically synchronised mechanical, electrical and molecular rhythms) is indeed what drives this interactive luminous-textile installation, which, thanks to special sensors, shows how the heart rate changes and turns the spectator into an explorer of the actual work of art itself.

An oscilloscope captures the explorer’s Heart Rate Variability (HRV), or rather the oscillation in the time lapse between one heart beat and another at rest. A healthy person at rest will have a high HRV, indicating that the sympathetic and parasympathetic systems (which are responsible for accelerating and slowing down the heart rate and the blood pressure) work to balance each other. A fatigued or stressed person, on the other hand, will have a low and unbalanced HRV.

The HRV perceived is transmitted with changing electrical signals to the optical fibre network of the ZED fabric. According to the explorer’s state of mind, ZED will change colour, actually reflecting the feelings that drive the human heart. An acoustic mat helps the explorers to settle their heart rate: consequently, they will see distorted and stressed depictions turning into meditative harmonic sounds capable of restoring a coherent heart rate, at least temporarily, in people who may have lost it due to various psychological or physical reasons.

The ZED project not only creates a space with interactive functions for individuals and groups, but also increases the meditative wellbeing at the workplace.

The work of art will be inaugurated on Tuesday, September 12th at 6:30 pm at the Group’s Headquarters. Alongside the artist, the molecular biologist, Carlo Ventura, the electronics expert, Marco Tausel, and the physics expert, David Muehsam, will explain how sound is able to influence the deepest dynamics of human biology and how art is able to interact with them thanks to new research revelations.

ZED, created in collaboration with VID art|science, where Julia von Stietencron is the Art Director, is part of the SpostaMenti Festival Program of which the Marchesini Group is a partner. The installation may be visited by the public on September 14th, 16th and 17th at the Marchesini Group facilities in Pianoro.

Book through the Eventbrite platform





Un’opera d’arte multisensoriale e futuristica, ideata dall’artista visiva Julia von Stietencron per colpire gli occhi e il cuore di chi la guarda. Proprio il cuore umano - l’unico organo a manifestare attività vibrazionali modellate da ritmi meccanici, elettrici e molecolari dinamicamente sincronizzati - è il “motore” di questa installazione illumino-tessile interattiva, in grado di visualizzare grazie a particolari sensori la mutevolezza del ritmo cardiaco e di trasformare lo spettatore in un esploratore dell’opera stessa.

Un oscilloscopio cattura la variazione della frequenza cardiaca dell’esploratore (HRV, Heart Rate Variability), ossia l'oscillazione del tempo che intercorre tra un battito e l'altro a riposo. In una persona in buona salute e riposata l'indice di variabilità è alto, a indicare che i sistemi simpatico e parasimpatico - deputati rispettivamente all’innalzamento e all’abbassamento della frequenza cardiaca e della pressione arteriosa - svolgono il loro compito bilanciandosi a vicenda. In un soggetto affaticato e stressato l'indice HRV risulta invece basso e squilibrato.

L’HRV percepito è trasmesso sotto forma di cambiamenti di tensione elettrica alla rete di fibre ottiche che compongono il tessuto di ZED.

A seconda dello stato d’animo dell’esploratore l’opera manifesta una trasfigurazione cromatica, comportandosi come un vero e proprio specchio dei sentimenti che alimentano il cuore umano. Un tappeto sonoro aiuta l’esploratore a ottimizzare il proprio ritmo cardiaco: in questo modo, si passerà da rappresentazioni sonore distorte e stressanti ad acustiche armoniche meditative in grado di ripristinare, almeno temporaneamente, la coerenza cardiaca nelle persone che per vari motivi, psicologici o fisici, l’hanno perduta.

Il progetto ZED ha potenti ricadute non solo in termini di creazione di uno spazio dotato di funzioni interattive a livello individuale e collettivo, ma anche di incremento del benessere meditativo nell’ambiente di lavoro.

L’opera è stata inaugurata ieri sera nell’Headquarters del Gruppo, alla presenza di oltre 200 ospiti. Poco prima, si è tenuta una conferenza scientifica con il biologo molecolare Carlo Ventura, l’ingegnere elettronico Marco Tausel e il fisico David Muehsam che, insieme all’artista, hanno raccontato come il suono sia in grado di influenzare le dinamiche più profonde della biologia umana e come l’arte possa interagire con queste nuove frontiere della ricerca.

ZED, realizzata insieme a VID art|science di cui Julia von Stietencron è Direttrice artistica, rientra nel programma dello SpostaMenti Festival di cui Marchesini Group è partner. L’opera sarà visitabile al pubblico i giorni 14, 16 e 17 settembre nella sede Marchesini Group di Pianoro. Per prenotare l’esperienza è stato creato l’evento sulla piattaforma Eventbrite
Images